Mondovì Musica 2018

In primo piano

Si comincia con Karima e si finisce con Händel e Vivaldi. In mezzo altri dodici appuntamenti per una stagione concertistica che promette di attrarre pubblici eterogenei: dai raffinati cultori della musica da camera agli appassionati di jazz, tango argentino e nuove sperimentazioni artistiche. Tutte, però, rigorosamente nel solco che da sempre è tratto distintivo dell’Academia Montis Regalis: l’altissima qualità degli … Continua a leggere

Essere e non essere Bach

  “Un Bach che non avete mai visto” è il sottotitolo della terza edizione del Festival “Back TO Bach” che ha fatto tappa anche a Mondovì, lunedì 20 novembre, con un concerto del Maghini Consort cui ha partecipato anche il Coro delle Voci Bianche e Coro Giovanile della Scuola Comunale di Musica di Mondovì. In programma “Bach trascrittore”, cioè un … Continua a leggere

Un compendio di storia della musica

Si è conclusa con Mozart la ‘sessione autunnale’ della stagione concertistica monregalese organizzata dalla Fondazione Academia Montis Regalis: i tre concerti tenutisi a Mondovì tra il 29 settembre e il 28 ottobre 2017 hanno compendiato mirabilmente la storia della musica occidentale, dal gregoriano medievale al Settecento, vigilia della rivoluzione romantica. Il coro gregoriano di Bologna Mediae Aetatis sodalicium  – nove … Continua a leggere

Lo splendore della sonata barocca

La stagione concertistica 2016-2017 si è conclusa con un concerto dell’Academia Montis Regalis in versione cameristica (Francesca Odling – flauto traversiere, Paola Nervi – violino, Giorgio Tabacco – clavicembalo), su musiche di Vivaldi, Haendel e Telemann, vale a dire lo splendore della sonata barocca. La parte del leone l’ha avuta Vivaldi, di cui sono state eseguite quattro sonate: la RV 42 … Continua a leggere

L’Haydn di Ophélie Gaillard

L’ultimo concerto dei Giovani dell’Academia per la Stagione “Mondovì Musica 2016-2017” era tutto dedicato a Franz Joseph Haydn (1732-1809), il compositore austriaco che ha impresso una svolta netta allo sviluppo della musica strumentale, specie per quanto concerne la Sinfonia e il Quartetto. Anche nel Concerto solistico, comunque, è visibile la transizione dalla forma barocca a quella classica. L’orchestra, sotto la … Continua a leggere

Tutto lo sfarzo degli affetti in un concerto

È possibile costruire il programma di un concerto come se fosse una playlist? È quanto ha fatto il maestro Enrico Onofri, uno dei violinisti barocchi più apprezzati nel mondo, per il secondo concerto dell’orchestra “I Giovani dell’Academia” della stagione 2016-2017: mentre la seconda parte della serata è stata riservata a due sole opere suonate nella loro interezza, il Concerto in … Continua a leggere

Amici dell’Academia in festa

SABATO 1 APRILE DALLE ORE 17 alle 19 presso i locali dell’Academia Montis Regalis in via F. Gallo 3 a Piazza, si terrà l’ormai tradizionale Festa di Primavera degli Amici dell’Academia. Quest’anno il pomeriggio sarà allietato dai canti del Coro delle Voci Bianche della Scuola Comunale di Musica di Mondovì. Per chi lo desidera, sarà possibile rinnovare la tessera (quest’anno … Continua a leggere

In viaggio con Antonio Caldara

Il primo concerto dei “Giovani dell’Academia” di questa stagione, ‘costruito’ dalla violinista Oliva Centurioni, ha presentato un programma di respiro europeo, seguendo il viaggio di Antonio Caldara “musico di violoncello veneto” presso le corti europee del primo Settecento – a Roma, Vienna e Dresda. Com’era abituale all’epoca, i musicisti si spostavano sia per apprendere (è il caso di Caldara a … Continua a leggere

L’Astrée e Stéphanie Varnerin a Parigi

Il 7 febbraio a Parigi, presso l’Istituto Italiano di Cultura, “L’Astrée – Gruppo cameristico dell’Academia Montis Regalis”, ha riproposto il concerto con cui si era chiuso, a novembre a Mondovì, il XXII Festival di musica antica “Armoniche Fantasie”. Il soprano Stéphanie Varnerin e i musicisti Francesco D’Orazio e Lathika Vithanage (violini), Rebeca Ferri (violoncello), Pietro Prosser (tiorba) e Giorgio Tabacco … Continua a leggere

Grazie, Maestro!

C’è tutta la musica del mare, il fremere cangiante degli alberi sotto la carezza del vento, il ritmico cadere della neve nella straordinaria voce del controtenore Franco Fagioli: la natura stessa sembra cantare attraverso di lui. La plasticità, la potenza di quella voce conturbante potrebbe riempire lo sconfinato spazio intergalattico con le sue vibrazioni di cristallo, che si propagano limpide … Continua a leggere